Casa vacanze Emilia Romagna

Trascorrere le ferie in una casa vacanza in Emilia-Romagna, magari al mare, è un sogno condiviso da molti, moltissimi italiani, e anche da alcuni stranieri, affascinati da questa magica terra. Se è anche il tuo, sei capitato nel posto perfetto, visto che in questa pagina troverai decine di strutture immerse nella natura emiliana e romagnola, alcuni a poca distanza dal mare, altri in località di montagna così belle da togliere il fiato. Trova quella che fa per te!

Scopri di più riguardo alle case vacanze in Emilia Romagna

114 Case nella natura

Trascorrere le ferie in una casa vacanza in Emilia-Romagna, magari al mare, è un sogno condiviso da molti, moltissimi italiani, e anche da alcuni stranieri, affascinati da questa magica terra. Se è anche il tuo, sei capitato nel posto perfetto, visto che in questa pagina troverai decine di strutture immerse nella natura emiliana e romagnola, alcuni a poca distanza dal mare, altri in località di montagna così belle da togliere il fiato. Trova quella che fa per te!

L’Emilia Romagna è una destinazione turistica davvero molto popolare, non solo tra gli italiani, ma tra i turisti di tutto il mondo. Nel mezzo di lunghe distese e spiagge, è possibile godere di splendidi panorami, magari dalla terrazza della vostra casa per le vacanze, e della vicinanza con incantevoli villaggi, dove il tempo sembra essersi fermato. Insieme al clima caldo e secco, la ricchezza dei paesaggi, la cucina deliziosa e i villaggi perfettamente conservati rendono l’Emilia Romagna una destinazione di vacanza molto piacevole per grandi e piccini. Ideale per le vacanze di gruppo, di coppia ma anche in solo. Molti italiani, ma anche molti turisti accaniti, dicono che l’Emilia Romagna sia una delle migliori regioni d’Italia. Questa affermazione è da vedere, anche in base alle proprie e soggettive preferenze ma ciò che è certo è che di sicuro è una regione da lasciar senza fiato chiunque la visiti. I suoi paesaggi, il suo mare, i suoi locali, la sua vegetazione, la cultura e la tradizione, si insomma chi più ne ha più ne metta. E’ una regione da visitare sicuramente!

Una vacanza in una casa vacanza in Emilia-Romagna non si dimentica mai. E come potrebbe essere altrimenti? Gli incredibili paesaggi fanno da sfondo a spiagge magnifiche e a cittadine di impareggiabile incanto. Per non parlare della cucina locale, una delle più buone di tutto il nostro paese, che vanta una posizione di spicco tra le cucine del mondo. E allora cosa stai aspettando? Prenota subito la tua casa vacanza in Emilia-Romagna, tra quelle selezionate per te qui su naturehouse.it, per vivere un’esperienza indimenticabile.

L’Emilia Romagna è una regione italiana a statuto ordinario che si trova nell’Italia nord-orientale. Come capoluogo ha Bologna, una grande metropoli dove studiano molti studenti, grazie alla sua università degli studi, che è una delle più antiche d’Italia. L’Emilia Romagna confina a nord con Veneto e Lombardia, a ovest con Lombardia e Piemonte, a sud con Liguria, Toscana, Marche e la Repubblica di San Marino. Ad est invece, si trova il Mar Adriatico. Questa regione possiede due nomi in conseguenza alla sua storica divisione geografica. Le due storiche regioni unito sono l’Emilia, che comprende le province di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Ferrara e la maggior parte della città di Bologna. Mentre la Romagna, comprende le province di Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini ed alcuni dei comuni appartenenti a Bologna. La geografia fisica di questa regione si suddivide con il 48% in pianure, con la famosa pianura Padana che parte dal fiume Po' e si estende fino alle spiagge, nel 27% in colline, e con il 25% in montagne, con l’inizio della famosa catena montuosa degli Appennini. I rilievi più alti si trovano nella zona più centrale della regione con il monte Cimone ed i suoi 2165 metri d’altezza, il più elevato della regione. Per quanto riguarda la pianura, è stata formata in seguito a depositi alluvionali trasportati dal Po' e dagli altri fiumi nel corso degli anni. Tra l’alta e la bassa pianura si trova la zona delle risorgive, mentre verso il mare si trovano zone come i lidi e le valli ferraresi e ravennati, in conseguenza a recenti azioni di bonifica idraulica. Per quanto riguarda i fiumi, il reticolo idrografico della regione è molto esteso e ben sviluppato. In tutta la regione sono presenti vari corsi d’acqua a carattere torrentizio, paralleli tra loro, che poi finiscono per sfociare nel Po'. Nella parte est, a partire dal fiume Reno, i fiumi sfociano direttamente nel Mar Adriatico. L’acqua gioca un ruolo fondamentale per questa regione. Essa gode dei canali ed acquedotti più importanti ed antichi d’Italia, che permettono una fruttuosa agricoltura, una fittizia produzione di latte, formaggio e vino, dai vigneti situati sulle colline. Passando al clima invece, esso è di tipo temperato subcontinentale, con estati calde ed umide ed inversi freddi e rigidi. Lungo il mare, diventa di tipo temperato sublitoraneo, con estati calde ed afose, ed inverni freddi e prolungati.

La natura in Emilia-Romagna: una vera opera d’arte

Quando ci riferiamo all’Arte, d'indole ci viene da prendere in considerazione tutte quelle espressioni iconiche ed astratte come la pittura, la scultura e l’architettura che hanno, in un modo o nell’altro, qualche richiamo al concetto di incanto che negli ultimi due secoli ha contrassegnato i nostri canoni estetici e morali. Esistono però realtà espressive diverse che, con leggiadria e genuinità, riescono a sfiorare l’animo umano, occupando una posizione di rilievo nel nostro cuore. I giardini e i parchi storici sono proprio uno di questi: si tratta di veri e propri monumenti vivi “tratteggiati” dalla mano dell’uomo, capaci di lodare la magnificenza armoniosa delle grandi ville e dimore signorili che ancora oggi ricoprono la nostra Penisola. In una vacanza in una casa in Emilia-Romagna, potrai vederne moltissimi, uno più bello dell’altro.

Per esempio, ristrutturato agli inizi del Novecento dal Duca Giuseppe Visconti di Modrone, genitore del noto regista Luchino Visconti, il medievale borgo di Grazzano Visconti è circondato da un incantevole parco di ben 150.000 ettari. Conservato e curato con amore, il giardino dona serenità a chi si trova a camminare lungo i suoi viali e sorpresa a chi si incrocia con le sue forme eterogenee. In questo parco, perfetto anche da visitare con i bambini, ma anche solo per rintanarsi a leggere un libro, potrai vedere come in Emilia-Romagna si amalgamano la regolarità del giardino all’italiana e francese e l’atmosfera poetica dei parchi all’inglese, riscaldati dal suono dell’acqua del piccolo Rio Grazzano che fluisce al suo interno.

Ma non è il solo, perché ne esistono moltissimi. Tra i nostri favoriti c’è sicuramente la Reggia di Colorno, incantevole sintesi di storie ed espressioni artistiche, e conosciuta anche come la Versailles di Parma. Qui potrai scorgere i segni lasciati da molteplici disegni, dinastie e mutamenti che si sono seguiti nel corso dei secoli, alcuni dei quali funesti. Dopo un grande rifacimento messo a punto sul finire degli anni ’90, oggi ha riacquistato le forme che doveva avere nella prima metà del Settecento, con il grande giardino alla francese. Sul retro, il grande parco creato nel 1800 in stile romantico fa da perfetto scenario ad un luogo da visitare nel cuore dell’Emilia-Romagna.

Casa per le vacanze in Emilia-Romagna, tra verde e riposo assoluto

Lo scenografico e serpeggiante corso dei fiumi, le aspre vallate che digradano gradevolmente verso la pianura, laghi e cascate circondati dal silenzio instabile, dai colori delle cime appenniniche, descrivono il puro ambiente naturale di questa regione magica. Le mille nuance e tonalità del paesaggio, fra singolari sculture di arenaria e ingegnosi ammali della vegetazione, conducono il visitatore nel ritrovo con un territorio che, dai dorsali di montagna al Delta del Po, si contraddistingue per la sua rilevante molteplicità di scenari, oltreché per la esistenza di percorsi e strutture funzionali all'educazione con riguardo alle sue aree protette. Per esempio, il Parco Regionale Delta del Po è il più esteso fra quelli locali ed ha una estensione di circa 60.000 ettari, frazionata in sei stazioni che contengono il settore meridionale dell'ampio Delta del Po, un territorio che, oltre a esibire una enorme e variegata fauna - habitat perfetto particolarmente per i volatili - offre un patrimonio culturale tra i più singolari dell'Emilia Romagna, da scoprire con una casa per le vacanze localizzata in prossimità. Di grande valore sono alcune località storiche ed artistiche come Pomposa, Comacchio, Sant'Apollinare in Classe. Al delta del fiume, che si distende verso l'Adriatico, si trovano le Bocche del Po di Goro e di Volano. A sud di Goro, l'area è anche percorsa dalle foci di alcuni corsi d'acqua provenienti dalla zona dell’Appennino, come il Reno, il Senio, il Lamone, i Fiumi Uniti (Ronco e Montone), il Bevano e il Savio, oltre che da ampie estensioni di zone umide e salmastre. Se decideria di visitarlo, non perderti neppure l’affascinante Bosco della Mesola e le Pinete di Ravenna e di Cervia.

Di enorme interesse anche il Parco Regionale dei Laghi di Suviana e Brasimone (conosciuto anche come Parco dei Laghi), che si allunga su un'area di più di 3mila ettari compresa tra i Comuni di Camugnano, Castel di Casio e Castiglione dei Pepoli in provincia di Bologna, nel settore centrale dell'Appennino Bolognese, con un'altitudine che oscilla tra 468 e 1.283 metri sul livello del mare. Il parco si contraddistingue per la sua disposizione, estendendosi su due ampi bacini artificiali, due splendidi specchi d'acqua localizzati in Suviana e Brasiamone, che sono stati creati nel secolo scorso. La dorsale è composta dal monte di Stagno e dal monte Calvi, e si estende dividendo le valli dai torrenti affluenti dei due laghi. Proprio il sistema di origine umana e fortemente tecnologico che gestisce gli impianti idroelettrici risulta essere di particolare interesse per gli appassionati di dighe e di fonti energetiche. I laghi, inoltre, sono di strutture dotati per praticare vari sporti, come il canottaggio e il windsurf, cosa che li rende molto popolari in estate. Una vacanza in una casa vacanza in Emilia-Romagna è quello che ti serve, e abbiamo decine di strutture tra le quali scegliere. Case con piscina, case con giardino, case che accettano animali… scegli la tua e prenota, cosa aspetti?

La gastronomia tipica Emiliana e Romagnola

L’Emilia Romagna, grazie al suo fantastico territorio, è in grado di offrire alcuni dei piatti tipici Italiani più gustosi e più conosciuti in tutto il mondo. Qui di seguito analizzeremo alcuni dei piatti tipici tradizionali partendo dagli antipasti, amati in questa regione, fino ad arrivare ai dolci e al vino. Partiamo! Come antipasti, ogni provincia ha le sue specialità. I Borlenghi, per esempio, sono ostie composte da latte e uova, mentre le chizze reggiane, sono fagottini fritti farciti di grana da gustare caldi. A Reggio Emilia, si trovano i famosi Erbazzoni, varianti della tipica pizza alle verdure con aggiunta di spinaci e cannella. A Bologna, si trova la deliziosa mousse di Mortadella, a Modena, le famose tigelle, create dal pane cotto su pietre e spesso accompagnate da marmellate, salumi e lardo. A Parma invece si può gustare la pizza fritta. Assolutamente da nominare è il Prosciutto crudo di Parma, il Parmigiano Reggiano ed il Culatello. Prodotti DOP famosi in tutto il mondo. Passando invece ai primi piatti invece, troviamo al primo posto la pasta fresca, come i famosi tortellini, i cappelletti e le tagliatelle. I sughi per queste paste sono spesso pesanti ma ricchi di sapori. Di sicuro conoscerete il sugo alla Bolognese, anche detto ragù, con carne macinata, pomodoro, cipolla, carote e sedano. Qui con la pasta, non viene assolutamente a mancare la spolverata sopra di Parmigiano o di Grana Padano. È assolutamente un MUST. Continuando, gli anolini di carne parmensi ed i cappelletti all’emiliana sono spesso serviti in brodo di carne ma altrettanto ripieni di carne e formaggio. A Ferrara, da assaggiare sono le lasagne al forno alla Ferrarese ed il timballo, formato da panna, carne, parmigiano e latte, un’orgia di sapori incredibili. Poi troviamo i passatelli reggiani, cotti in brodo, costituiti da uova, pangrattato e formaggio. Sulla costa si trova spesso invece il brodetto di pesce. Passiamo ora ai secondi piatti. Anche qui c’è l’imbarazzo della scelta. I più popolari sono l’anguilla ferrarese, insieme alla sogliola al vino e gli scampi al prosciutto. Molto pesante, ma gustoso, è lo zampone modenese con lenticchie o trippa bolognese. A Piacenza, il capretto va molto forte mentre a Reggio Emilia, va il coniglio alla reggiana. Per i palati prelibati, da provare sono le lumache di Bobbio, condite con carote, cipolla e salsa di pomodoro, oppure i cardi con tartufo. Finiamo ora con i dolci e i vini. Il dolce più caratteristico è il Burlengo Romagnolo, pieno di ingredienti con i più saporiti come il riso, farro, orzo, mandorle e noci. Poi abbiamo la Bracciadella reggiana, simile alle normali ciambelle, la Bonissima, torta ripiena di noci e miele ricoperta con cioccolato. Tipico di Bologna abbiamo il pan speziale bolognese, con zucchero, pinoli, mandorle e spezie. Nel periodo di Natale, da assaggiare è a spongata di Natale, ripiena di spezie, miele, noci, mandorle, cannella, noce moscata e chiodi di garofano. Tutte queste prelibatezze alimentari vengono spesso accompagnate da un bicchiere di vino. Tra i più famosi troviamo il San Giovese, il Trebbiano ed il Lambrusco, tutti deliziosi!

Cosa fare in una settimana in Emilia Romagna

Se si decide di andare per una vacanza di una settimana in Emilia Romagna, qui di seguito troverete un itinerario possibile da fare tra le mille bellissime cose da vedere e provare una volta trovatosi in questa regione. In primis, Parma, nominata nel 2020, la capitale italiana della cultura. Tra eleganza, palazzi nascosti, musei, prelibatezze, è assolutamente una città da visitare se si è amanti di storia e cultura. In seguito, sempre in provincia di Parma, notevole da visitare è il castello di Torrechiara. Tra le miriadi di castelli che si trovano nella regione, questo si dice sia il più affascinante e romantico. Se si vuole avere la sensazione di viaggiare indietro nel tempo, il borgo di Fontanellato funge in modo egregio come porta per fare ciò. Questo borgo affascinante da l’impressione di entrare in un castello recintato dove la vita si è fermata nel tempo. Piccolo ma molto suggestivo. Per gli amanti della montagna e del trekking, il Monte Cimone è una tappa indiscutibile. Molti i sentieri suggestivi tra i boschi e i laghi, come il Lago della Ninfa, mozzafiato. In inverno si può anche andare a sciare, mentre nella bella stagione, per i più piccini c’è invece un parco avventure molto divertente. A seguito, ovviamente da non mancare, abbiamo Bologna, capoluogo emiliano, centro storico, centro universitario e molto altro di più; una tappa immancabile. In seguito troviamo Ferrara, bellissima città verde. Qui si può affittare una bici e farsi un giro nel bellissimo Parco Urbano Giorgio Bassani, una chicca della città. Poi abbiamo Comacchio, la Venezia della regione, con i suoi canali e la sua atmosfera di fascino. Per chi ama le feste, il mare ed il pesce, Cesenatico è la candidata ideale. In seguito abbiamo Ravenna, con i suoi bellissimi e famosi mosaici e la vivace Rimini, famosa soprattutto tra i giovani ed i festaioli. All’ultimo ma non ultimo posto abbiamo San Leo e la sua rocca. Da qui si può godere di una fantastica vista sulle colline romagnole che lascia chiunque senza fiato.

Se non vi siete ancora convinti a prenotare una nature house nella bellissima Emilia Romagna, fatelo ora! Provate per credere. Non ve ne pentirete! Con tutto ciò che questa fantastica regione ha da offrire, l’esperienza in una nature house la renderà ancora più incredibile ed indimenticabile. Prenotate ora la vostra vacanza nella natura di questa fantastica regione italiana!